Curare i particolari

180638_198646223479640_3072157_nNon siete riusciti ad allenarvi in modo costante e regolare, ma volete comunque raggiungere un vostro obiettivo in gara? Curate i particolari!

Vi siete preparati, ma non siete al top come vorreste e la gara è fra pochi giorni? Curate i particolari!

Puntate al record personale oppure a un risultato ben preciso, ma ci sembra manchi ancora qualcosa? Curate i particolari!

Capita, a volte, che non tutto sia programmato e/o che qualche imprevisto ci rovini il percorso fatto in previsione di un appuntamento agonistico, atteso da tempo…

Cosa fare? Rinunciare? Rimandare ad altra occasione? Certo, a volte si deve, ma altre volte non è necessario.

Non tutto è perduto

Se abbiamo fatto quanto possibile di quel che avevamo programmato e previsto, ma non tutto, ora dobbiamo aggiungerci l’ingrediente speciale, quei particolari, che magari altre volte sottovalutiamo.

In effetti se tutto è perfetto, la cura dei particolari può diventare superflua, irrilevante o, addirittura, “dispendiosa” in termini di ansia e stress.

In situazioni difficili, invece, alcuni particolari possono fare la differenza e darci delle preziosissime chance in più:20180613_064910-1

  • un’attenzione speciale alla nostra alimentazione nelle due settimane precedenti alla gara, con gli eventuali giusti supporti, integratori
  • studiare e ripassare nel dettaglio il percorso di gara
  • ritirare per tempo di pettorale/pacco gara, il giorno prima o il giorno stesso all’alba, all’apertura, senza code
  • scelta e preparazione accurata dell’abbigliamento da indossare
  • Senza titolo-2eventuale k-tape ben posizionato in caso di problemi articolari-muscolari
  • arrivare con largo anticipo nella zona di gara, senza ansie di parcheggio, riservandoci tempi giusti per rilassarci sul sedile reclinato, per un caffè, per un massaggio…
  • spegnere o ignorare cellulare e social almeno da un’ora prima della partenza
  • scegliere di rimanere isolati dagli altri, da amici o compagni, per rimanere calmi e sereni nell’attesa del via
  • prestare attenzione all’allacciatura delle scarpe
  • inserirsi nella corretta griglia nei tempi giusti
  • non lasciarsi distrarre durante la gara

Non è ovviamente un protocollo fisso e/o obbligatorio, ma sono esempi concreti di cosa si possa fare.

E non è ovviamente una soluzione certa per raggiungere risultati senza allenamento. A volte, però, i giusti accorgimenti aiutano ad attivare e favorire quella componente mentale, che ha un ruolo tanto importante quanto quella fisica.

Senza titolo-1Chiamatela determinazione, forza di volontà, grinta… ma è quella che deve entrare in gioco. E nei momenti di difficoltà (con l’aggiunta magari di un po’ di fortuna) può diventare l’arma vincente.

#enervit #enerzona #positivenutrition #sponsor #ambassador #superop #vipole
Questa voce è stata pubblicata in Preparazione Atletica, Sport. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *