Asini e somari

Nulla che non si sapesse già, ma ulteriori evidenze e conferme continuano ad arrivare e, grazie ai social, vengono diffuse, speriamo anche recepite dagli sportivi, quelli veri.

Somari quelli che rifiutano la vera scienza, che si basano sul sentito dire, che si fidano di chi è più “esperto”… e gli asini?

Gli asini possono volare!

Lo stesso Conconi provava su di sé il doping e si migliorava a 58 anni, battendo il proprio record sulla salita della Futa: da 15’29” a 11’24”. Superava il se stesso di due anni prima di circa 1300 metri su una salita di circa 5000 metri!!! (dagli atti giudiziari).

Inoltre… Ironman 70.3 European Championship a spese dell’organizzazione, ha effettuato test antidoping a tutti gli atleti PRO i giorni precedenti la gara non rilasciando il pettorale nel caso di valori anomali. Dei 100 atleti PRO in start list, poco meno di 50 sono realmente partiti. Naturalmente, chi non è partito non è stato considerato “pizzicato” (i controlli non erano “ufficiali”). Però…

Questa voce è stata pubblicata in Doping. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Asini e somari

  1. Della scrive:

    Thank God! Sonmeoe with brains speaks!

I commenti sono chiusi.